Glossario

P.E.F.S.

Panniculopatia Edemato Fibro-Sclerotica.
Si manifesta con un quadro anatomo-patologico di distrofia del tessuto sottocutaneo soprafasciale caratterizzante la condizione clinica più comunemente conosciuta con il termine di “cellulite”.

PACHIDERMITE

Abnorme ispessimento della cute, in zone circoscritte, per cui essa assume aspetto rugoso, con pieghe grossolane, simile alla pelle dell’elefante.

PAPULA

E’ una rilevatezza cutanea solida poco apprezzabile alla palpazione, che risolve senza esiti cicatriziali. Ha superficie piatta o emisferica, colore e forma variabili e dimensioni inferiori al centimetro

 

Riferimento foto:

Fig. 1 - Placca papulosa

PARACLONI

Cellule con potenziale proliferativo intermedio.

PATOLOGIA DA REFLUSSO

“Reflusso gravitazionale” della linfa.
La maggior parte dei quadri clinici in cui sia presente un’importante componente “da reflusso gravitazionale” sono da riferirsi ad una displasia dei collettori linfatici e chiliferi, con insufficienza parieto-valvolare. Talora questi quadri morbos...

PELLICOLE BIOLOGICHE

Film trasparente semipermeabile di HYAFF o derivato di cellulosa denominato CRYSTACELL 77TM; indicato quale ausilio nella riepitelizzazione di ferite superficiali, non essudanti e non infette.

PIGMENTAZIONE

Abnorme colorazione del tessuto per accumulo di sostanze pigmentate.

 

Riferimento foto:

Fig. 1 - Derma ocra

Fig. 2 - Edema arti inferiori da malattia cardiovascolare

Fig. 3 - Iperpigmentazione con eritema in sede perimalleolare

Fig. 4 - Pigmentazione a livello di una varice

Fig. 5 - Pigmentazio...

PLASTICA A "Z"

Lembo di vicinanza utilizzato per ottenere l’allungamento o il cambiamento di direzione di una ferita attraverso due lembi triangolari.

PLASTICA A “V-Y” O A “Y-V”

Lembo di vicinanza utilizzato per allontanare (plastica a “V-Y”) o avvicinare (plastica a “Y-V”) un lembo triangolare di cute compreso tra le branche sfruttando l’elasticità dei tessuti.

PLASTICA A"W"

Lembo di vicinanza utilizzato per correggere una cicatrice orientata erroneamente rispetto alle linee di tensione che viene asportata poi incisioni a zig-zag per poi ricongiungere i margini embricandoli.

POLIOLEFIN

Gruppo di materie plastiche comprendente polietilene e polipropilene.

PORPORA

Formazione nel sottocutaneo o nella sottomucosa di macchie emorragiche di colore rosso vivo che diventano bluastre, verdognole e poi scompaiono.

 

Riferimento foto:

Fig. 1 - Porpora ad evoluzione necrotica sistemica

Fig. 2 - Porpora tipica da malattia autoimmune

Fig. 3 - Eritema e porpora agli e...

POTENZIALE CLONOGENICO

Capacità di una cellula basale di generare colonie cellulari.

POTENZIALE PROLIFERATIVO

Capacità di una cellula basale di proliferare nel tempo.

PRESSIONE TOPICA NEGATIVA DI RIEMPIMENTO

Applicazione di una pressione inferiore a quella atmosferica sulla lesione che si ottiene allontanando le molecole gassose attraverso l'utilizzo di apposite pompe aspiranti. 
Sono 5 le modalità attraverso le quali l’applicazione della pressione topica  negativa (NPWT) ad una ferita può aiuta...

PRESSIONE TOPICA NEGATIVA DI SUPERFICIE

Sistemi di NPWT applicati su lesioni superficiali, che permettono di garantire la continuità terapeutica.

Costituiti da vari sistemi portatili (con o senza canister, per residui minimi di essudato e/o sierosità) che sfruttano le caratteristiche della medicazione (schiume di poliuretano con sil...

PRODOTTI BARRIERA PER LA CUTE

Crea una barriera in film impermeabile a liquidi e microrganismi, ad azione prolungata nel tempo (fino a 96 ore); aumenta l’adesività delle medicazioni all’applicazione e nel tempo; mantiene un livello ottimale di idratazione della cute, mantenendo allo stesso tempo la permeabilità funzion...

PUSTOLA

Piccola raccolta circoscritta di essudato purulento localizzata in sede intradermica o dermo-epidermica.

 

Riferimento foto:

Fig. 2 - Pustole diffuse sulla cute perilesionale

Chiudi