Glossario

ECCHIMOSI

Comunemente chiamato livido, è un tipo di ematoma derivante da un trauma contusivo. Può essere di lieve entità generalmente causato da piccoli incidenti. Come tutti gli ematomi, l'ecchimosi, nei soggetti dalla pelle di colore chiaro, è caratterizzata da una manifestazione cutanea inizialment...

ECZEMA

Infiammazione cutanea superficiale, caratterizzata istologicamente da edema dell'epidermide e clinicamente da lesioni vescicolose (in fase acuta), eritema scarsamente delimitato, edematrasudato, croste, squame, solitamente pruriginosa e a volte con lichenificazione da grattamento o sfregamento...

ECZEMA SECCO

La pelle si presenta sottile, arrossata, screpolata, qualche volta pruriginosa e necessita di essere disinfiammata, idratata, rigenerata. 

EDEMA

Rigonfiamento visibile e palpabile di un tessuto, causato da un accumulo di liquidi nell'interstizio. Più comunemente può avere origine infiammatoria, cardiogena, linfatica, venosa, renale o mista.

 

Riferimento foto:

Fig. 1 - Pigmentazione della cute alla caviglia

Fig. 2 - Pigmentazione con m...

ELASTICITA' CUTANEA

Capacità della cute di distendersi in seguito a trazione e, di riacquistare successivamente, la struttura primitiva grazie alle fibre elastiche.

ELEFANTIASI

Ultimo stadio clinico del linfedema degli arti inferiori (V stadio). 
L’arto perde completamente la sua normale conformazione anatomica e, soprattutto per l’imponente edema della caviglia e della gamba, assume una forma cilindrica, del tutto simile all’arto di un elefante. In associazione ...

EMATOMA

Raccolta di sangue che si forma nello spessore di un tessuto in seguito alla rottura di vasi sanguigni.

 

Riferimento foto:

Fig. 1 - Ematoma

Fig. 2 - Svuotamento ematoma

EPIDERMIDE

Epitelio pluristratificato le cui cellule si formano a livello dello strato basale grazie ad un’intensa attività mitotica, si staccano dalla membrana basale e iniziano la “risalita” verso lo strato corneo. L’epidermide è formata da 4 stati cellulari: membrana basale, stato spinoso, str...

ERISIPELA

E’ un infiammazione acuta dei tessuti molli superficiali causata più frequentemente dallo Streptococcus Pyogenes. 
Si manifesta con un edema eritematoso, urente, a margini ben definiti (segno dello scalino); può colpire il volto o gli arti; spesso è associata a febbre elevata (fino a 41° C...

ERITEMA

Arrossamento più o meno esteso dell’epitelio che scompare quando viene applicata una certa pressione sulla zona interessata. 
Può manifestarsi per cause di tipo fisico, chimico, infettivo o emotivo o essere dovuto a condizioni di natura patologica, ivi comprese le reazioni di natura allergic...

EROSIONE

Perdita di sostanza circoscritta che interessa epidermide e derma superficiale ed è causata da un processo patologico. 

ESCARA

Presenza di siero, sangue o materiale purulento secco, che rende la porzione di tessuto colpita friabile o dura come il cuoio. Nel processo di guarigione, l'escara (comunemente chiamata "crosticina") è normalmente destinata ad essere sostituita da una cicatrice.

ESSUDATO

Fluido liberato a livello della ferita in conseguenza di una fase infiammatoria, costituito da due frazioni, una liquida e l’altra organica (proteine e cellule di provenienza ematica: granulociti neutrofili ed eosinofili, linfociti, plasmacellule, globuli rossi). 
Tipologie di essudato:
Sieros...

ETEROLOGO

Relativamente agli innesti, il termine indica l’utilizzo di tessuti tra individui di specie diverse (xenoinnesto).

EZ DERM

Xenotrapianto di origine porcina

EZIOLOGIA DEL LINFEDEMA

Accumulo anormale di linfa dovuto ad un'anomalia a livello del sistema linfatico. La sua diffusione avviene soprattutto negli arti. Può presentarsi primariamente (linfedema primario) oppure come manifestazione secondaria di un precedente evento morboso (linfedema secondario). Spesso i linfedemi...

Chiudi